Visita guidata Barga e altri borghi

Arte e cultura
ponte del diavolo borgo a mozzano

VISITA GUIDATA BARGA E ALTRI BORGHI

Alla scoperta di audaci opere d’architettura come il Ponte del Diavolo e di antichi borghi fra i quali spicca Barga: le sue mura racchiudono il Duomo, che potente e maestoso domina dall’alto, ricco di tesori d’arte medievale e misteri irrisolti.

Il Ponte del Diavolo, un ponte verso un mondo di dame e cavalieri, un portale verso una verde oasi affacciata su acque di smeraldo e custode di Borghi medioevali.

Riconosciuta come uno dei borghi più belli d’Italia, Barga è una cittadina fortificata; l’origine del suo nome è ancora incerta, ma il suo incanto e la sua magnificenza non vi deluderanno. A Barga bisogna perdersi tra le antiche carraie e nei vicoli stretti della città per godere di scorci unici genuini e suggestivi, senza temere di non ritrovare la strada perché tutto conduce all’abbagliante luminosità del Duomo di San Cristoforo, il quale veglia dall’alto incurante del tempo che passa. Gli amanti dei misteri e delle sfide impossibili potranno cimentarsi nella decodificazione di un’antica scritta longobarda incisa sulla parete del Duomo, mentre coloro che avevano scelto Barga perché desideravano gioire dei tesori di questa “Città slow” saranno liberi di procedere. Si prova un vero senso di pace facendo una sosta sotto la Loggia dei Mercanti e gustando buon cibo montano: castagne, noci, cinghiale, funghi, trote e birre artigianali di farro e castagne sono sul menu del giorno.

Lo stesso Pascoli ha dedicato molte sue poesie a questi luoghi e alla città, il cui panorama strega qualunque viandante: da qui è possibile osservare uno dei fenomeni più belli e singolari di tutte le Alpi, il doppio tramonto di Barga. Si tratta di una magia o di uno scherzo della natura? È difficile dirlo, a mio parere Madre Natura ha deciso di farci un dono permettendoci di assistere due volte ad uno degli spettacoli più belli a questo mondo: il sole, stanco dopo la sua corsa quotidiana, svanisce dietro il profilo delle Apuane, ricomparendo per un ultimo saluto nell’arco del Monte Forato prima di salutarci per la seconda volta. Quindi a voi, miei cari astronomi, appassionati di natura e mistero, fotografia e film d’effetto, ed ovviamente a voi inguaribili romantici, do appuntamento (immancabile) a Barga!

La Garfagnana è una zona di puro verde incontaminato protetta e celata dalle Alpi Apuane e dal Crinale Appenninico, i suoi borghi sono molti e tutti unici nel loro genere.

Il Castello di Castiglione, La Rocca, si eleva in tutta la sua magnificenza sovrastando con le sue possenti mura e torrioni le strade, le piazze e i palazzi.  Vagli, storica e leggendaria: un paese dalle mille sfumature circondato dal fiume e affacciato sul lago artificiale che cela nelle sue scure acque il paese fantasma di Fabbriche di Careggine. Questo ricompare solamente ogni 10 anni, spettacolo mozzafiato, surreale e ai limiti dell’immaginabile. Il Lago di Isola Santa, testimone di una storia di risurrezione: l’antico borgo situato sulle sue sponde per volere delle fate e dei folletti è stato restaurato dall’uomo e profuso di bellezza e di un'atmosfera divina. Poche case, verdi ed immobili acque, un ristorante. Unico posto al mondo dove pure il diavolo della Tasmania troverà la pace. Non può passare inosservato al passaggio del turista nemmeno il bel paesino di Coreglia Antelminelli, la fortezza medioevale d’estate si anima di folclore e cultura: feste, patroni, sagre e poesia.

La Garfagnana con i suoi mille borghi, aspetta di essere scoperta…. E tu cosa aspetti???

Durata Visita: una giornata. La durata, il percorso e i dettagli sono concordabili.